Indice del forum Il Forum di Cogne

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Parco Nazionale Pollino

 
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Piazza del Mercato - Predzen d'atrou
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Giuseppe Cutano
Pontifex Maximus di Cogneforum


Registrato: 08/04/08 21:51
Messaggi: 1683
Residenza: Cogne - Roma

MessaggioInviato: Sab 16 Ott, 2010 17:30     Oggetto: Parco Nazionale Pollino Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Foto:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Citazione:
L’Italia, paese di stradine e casine attaccate l’una all’altra, divisa fra mare e montagna, è fortemente urbanizzata sulle coste ed in pianura, mentre scarsamente abitata nelle aree montane. Fra queste zone meno abitate d’Italia c’è sicuramente il nord della Calabria e il Sud della Basilicata. Benvenuti nella zona del Pollino!

L’area del massiccio montuoso più alto dell’Italia meridionale, 2.267 con la vetta Dolcedorme, si estende fra le province di Cosenza e Potenza ed è è rimasta una delle zone del nostro Paese, una delle poche al Sud, dove vi si trovano ancora spazi scarsamente antropizzati.
Nel 2010, dopo anni di cementazione selvaggia lungo la penisola, possiamo dire che queste aree siano rimaste preservate dai grandi scempi degli anni ’60, ’70 e ’80. Se queste aree erano considerate in passato, come arretrate e poco sviluppate, possono oggi invece vantare il fatto di aver preservato paesaggi incontaminati. Questa sensazione la si percepisce appena si arriva in questi luoghi e pare che tutto sia rimasto fermo nel tempo. L’unica insfrastruttura che negli anni’60 pretendeva di rompere l’isolamento e portare ricchezza evitando lo spopolamento, fu l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, che per volontà politiche fu fatte deviare fino alle alture del Pollino attraversando punti fino a 1.000 mslm.

Possiamo sicuramente porci una domanda e cioè che cosa sarebbe accaduto in questa zona senza quella strada? Sicuramente la tanta auspicata rottura di isolamento non è avvenuta. Le statistiche sono chiare, in quell’area del tracciato autostadale, vi sono i picchi minimi di transito, primo poichè molti scelgono di proseguire verso sud lungo la strade statali di mare, secondo perchè le aree sono scarsamente antropizzate. Anzi non si è fermata la migrazione verso le coste o verso altre realtà urbane.

Il viaggiatore, che però difficilmente sosterà in queste zone, attratto da lidi soleggiati e spiagge bianche, si trova a transitare in una specie di deserto verde, vivendo questo passaggio come una sorta di purgatorio prima di raggiungere le spiagge siciliane e calabresi.

Purtroppo i viaggiatori transitano distrattamente fra una delle aree più suggestive di tutto il sud, ma forse viene da dire anche per fortuna. Un ragionamenteo forse egoistico e contrario allo sviluppo economico, ma che probabilmente grazie a questa cosa, queste aree sono rimaste ancora naturali.

Questo segreto lo si può carpire dai turisti nord europei che si scovano da queste parti e che vengono fino qui a fare trekking. Tedeschi, svizzeri, scandinavi, che più abituati a questo tipo di turismo e lontani dai soliti schemi del turismo di massa, scelgono queste zone remote.

Nonostante però la scarsa densità di popolazione, anche la parte culturale è di alto rilievo. In queste zone vivono antiche popolazioni albanesi che tramandano le tradizioni arberesch da secoli. Non è raro travare la segnaletica toponastica in italiano ed in arberesh. Sembra invece che il tempo si sia fermato in borghi come Rotonda(PZ) o Morano Calabro(CS), piccoli "presepi" permanenti dove è molto piacevole chiaccherare con le persone che vivono in modo "slow", un termine che va molto di moda oggi. Sia chiaro che questo termine non sia inteso, come dispreggiativo secondo i classici stereotipi, anzi le mani dei molti contadini sono scavate dal duro lavoro della campagna e la vita è molto simili ad alpeggi e malghe alpine.

Negli anni ’70 in queste zone si vagheggiava l’idea di realizzare uno ski-resort. Una sorta di Cervinia del Sud : Pollinia. Speculazione edilizia e scempi per poter sciare forse 3 mesi all’anno. Credo che di stazioni invernali rovinate ne siano piene le Alpi e gli Appennini, dove si sono volute copiare le esigenze di città ad oltre 1.500 metri.

Fortunamente una delle più grande conquiste di naturalisti e ambientalisti italiani fu quella di premere per l’istituzione di un Parco Naturale. Grazie alla collaborazione di WWF e di CNR venne presentato un piano di eco-sviluppo e così nel 1993 vide la luce il Parco Nazionale del Pollino ponendo finalmente un paletto in più nella salvaguardia di queste meraviglie dell’Appennino. Ad oggi, con i suoi 171.448 ha, il Parco del Pollino è l’area protetta più estesa d’Italia.

L’auspicio è dunque che questo ente insieme ai suoi cittadini si impegnino a mantenere questo luogo il più possibile incontaminato, poichè uno sviluppo per queste aree passa proprio da qui, e come diceva uno spot la vera rivoluzione è ? Non cambiare il mondo.
Quindi l’invito al viaggio è dedicato a chi vuole staccare la spina e a chi vuole vivere in modo slow almeno per un weekend all’anno. Scoprire facendo trekking, che il cellulare non ha campo, forse per molti è motivo di panico, ma per molti è ancora senso di libertà!

_________________
Cogne rooudze Cogne!
Dott.Grappein
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Piazza del Mercato - Predzen d'atrou Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.052